content top

Esrcitazioni di: BUTTAFUOCO testo di Mauro Bonini


Vi é mai capitato di avvicinare una persona e subito cogliere, prima di ogni altro aspetto, prima di ogni altro dialogo, il profumo di marsiglia del bucato che indossa ? Così, mutatis mutandis, é accaduto, al naso col signor Buttafuoco, da Montù Beccaria, cognome Vercesi, classe ‘05 . Dominante e pulito, il profumo dell’ alcool del suo “abito” é arrivato prima di lui, via etere.

E, a proposito di abito, capisci subito, comunque tu lo traguardi,
che é un extra large e, come tutti gli extra, si consigliano colori scuri; e lui infatti indossa uno scuro che, esponilo pure a tutta la luce, e al massimo ti molla una unghia rosso-violetta; un vino che viene dall’ uve e ti filtra U.V.A. …

É dall’aspetto robusto, non proprio quel detto di atletico; si muove con agio solo se lo fai accomodare in un bicchiere ben panciuto e ben aperto sopra, per favorire le sue grandi effusioni; di sicuro non ha nulla che sappia di palestra: é un vinone così, ed era probabilmente già grande così da bambino.

Egli, sia chiaro, se non é qua per insegnare, tantomeno é per imparare, giammai per stare in disparte, o soltanto far lacrimare il cristallo, spalmato sullo scosso ballon. Cogli, subito, appena l’etilico si invola nell’etere, che “effetto Marsiglia ” riserba assai piú garbati sentori, mi é parso di fossile, ed altri, forse cuoio, tabacco, fors ‘ anche violetta.

Niente da dire, un bel personaggio, distinto, ben vestito, con un abito scuro, su misura sicuro: niente pret a porter, é uno “storico” !

E “dentro” infatti si conferma il vinone che sembra da fuori, e scopri che é anche educato, nei tannini pur tonici, a posto di gradi, e soprattutto, così generoso da far tenerezza.

( Qualità questa, tra l’altro , che conquista ogni donna che gradisca rosso il buon gusto. Chiedete a mia moglie…)

Con lui ci puoi fare una mano a scopone scientifico, o a poker, ramino, fumarci il toscano, una disputa su Kant o Cartesio, un pippone su Monti; puoi mangiarlo con quello che vuoi, purché sia “cibone ” virtuoso di terra, o di manzo o di vacca ; ma puoi farci anche una beva studiata, impegnata, impegnata, con l’ospite o l’ ospite di molto riguardo….ti darà una mano e consigli , e forse, quand’ anche il momento cadrà quello giusto, te lo farà capire, strizzandoti l’occhio che vedrai nel bicchiere, traguardatolo dentro insieme tuelei ( o tuelui, se tusei
la donna da rosso di sopra ) ma solo quando la bottiglia starà sul finire.

E finirà presto, mi sa: per cui, consiglio da amico, tieni pronta una carica.

Una sola avvertenza: non mettergli fretta: ti perderesti il gran premio di lui.

Mauro Bonini (diritti riservati)
12/12/2012

Ti potrebbe interessare anche:

  1. Noi al LEON D’ORO di Voghera 11/11/2012 ore 17.00
  2. Il Buttafuoco Storico 2007 debutta a VIGEVANO
  3. su VINOWAY scritto da Daniele Sala
  4. Vignaiolo in Oltrepo’… di MIRELLA VILARDI su OLTRE
  5. Noi al Mercato dei Vini di Piacenza con FIVI



Leave a Reply